AgriCompact Technologies GmbH Energy & Technology
AgriCompact Technologies GmbH                         Energy & Technology

DOMANDE FREQUENTI DEI NOSTRI CLIENTI

FAQ - AgriCompact Technologies GmbH FAQ - AgriCompact Technologies GmbH

 

QUALE E’ LA SCELTA TRA GLI

IMPIANTI  A BALLONI DA VOI PROPOSTI?

Nella nostra offerta di essiccatoi, abbiamo 2 tipologie di impianti COMPACT per l’essiccazione dei

balloni tondi/quadrati:

IMPIANTI IN CARPENTERIA

IMPIANTI FISSI A PLATEA

Tutte e 2 le tecniche utilizzano SOLAMENTE il “recupero di calore” attraverso il ricorcolo dell'aria e il passaggio dell’ aria è RIGOSAMENTE dal basso verso l’ alto del ballone. La tecnica è sul mercato precisamente dal 1990 e riteniamo ci abbia dato delle grandi soddisfazioni sia tecniche che di vendita.

QUALE CONSIGLIATE?



L’ essiccatoio per balloni in carpenteria è veloce da montare e occorre appoggiarlo su un piazzale in cemento. E’ una struttura realizzata per ottimizzare tutti i processi di carico/scarico ed essiccazione. In questo modo si possono, indistintamente, essiccare sia i balloni tondi e quadri.

Il grigliato non è carrabile ed è stato calcolato per sostenere il peso di 2 balloni sovrapposti. 

Su richiesta, è possibile realizzare un grigliato più robusto per sostenere contenitori metallici adatti
per  l' essiccazione di es. mais ecc.

Per chi, invece, vuole utilizzare un proprio fabbricato o costruire una struttura fissa (capannone in legno,in ferro, in cemento, serra ecc.), possiamo realizzare un essiccatoio per balloni a platea, fisso dove verrà realizzato un grigliato adeguato e verrà chiuso con portoni e/o pareti coibentate per mantenere al meglio il calore dell’ essiccatoio per balloni.

Il grigliato dell’ impianto fisso è carrabile.

N.B: con il grigliato fisso occorre scegliere sin dall’ inizio se si vuole essiccare i balloni tondi o quadrati. Non è possibile essiccare tutti e due contemporaneamente a meno che sia realizzato un progetto specifico.

 

CHE TAGLI DI IMPIANTI AVETE?



Per quanto riguarda i modelli in carpenteria, ci sono 2 opzioni: a 4 file e a 3 file.

I nostriessiccatoi in carpenteria a 4 file per l’ essiccazioni di balloni quadrati/tondi con caricamento
bilaterale, possono essere realizzati con moduli multipli di 8 balloni:

24–32–40–48-56.                  

Su richiesta è possibile realizzare un impianto da 16 balloni.

I nostri impianti in carpenteria a 3 file per l’ essiccazioni di balloni quadrati/tondi con caricamento con telescopico solo da una parte, possono essere realizzati con moduli multipli di 6 balloni:

18 -24 – 30 – 36 – 42 - 48.

Su richiesta è possibile realizzare un impianto da 12 balloni.

Per quanto riguarda gli impianti fissi è possibile:

Per i balloni tondi da un minimo di 16 ad un massimo di 56

Per i balloni quadrati, possiamo arrivare a 110 balloni.

Per avere informazioni più dettagliate, consigliamo di cliccare la rubrica

PHOTOS o ESSICCATOI.

 

QUALI SONO LE MISURE DEI BALLONI DI FORAGGIO CHE  POSSIAMO ESSICCARE?



Le misure standard a cui abbiamo adattato il nostro essiccatoio per balloni sono le seguenti:

balle rettangolari ca. 210 cm x 120 cm x H 90 cm

balle rettangolari ca. 210 cm x 120 cm x H 70 cm

balle rettangolari ca. 210 cm x 120 cm x H 60 cm

balle tonde a camera variabile o a camera fissa: 150 a 180 cm x H 120 cm

Nel caso il cliente avesse delle misure diverse dei balloni tondi o quadrati da essiccare, su richiesta, possiamo modificare le misure delle bocche d'uscita dell'aria.

 



COSA E’ IL RECUPERO DI CALORE UTILIZZANDO LA TECNICA DEL “RICIRCOLO ARIA”?



Molti clienti ci hanno chiesto perché usiamo la tecnica del recupero di calore utilizzando il “ricircolo” dell’ aria. La risposta è molto semplice oltre che intuitiva: questa tecnica è stata studiata e applicata dalla nostra famiglia sin dal 1990 e ci permette di essiccare i nostri foraggi indipendentemente dalle condizioni climatiche mantenendo una certa attenzione ai costi di essiccazione. Abbiamo così dotato il COMPACT di un software che ci permette di fare un uso “intelligente” dell’ aria che abbiamo a disposizione sia nell'essiccatoio che nell'ambiente esterno.

Tutto il sistema è automatizzato e decide se, come e quando utilizzare aria esterna o aria proveniente dall’ essiccatoio dove sono stati messi i balloni di foraggio.

Questa tecnica ci rende unici nel mercato e ci permette di essiccare il foraggio anche in quelle zone particolarmente svantaggiate dal punto di vista meteorologico: Nord Europa, regioni alpine, regioni appenniniche, regioni pirenaiche, territori con climi continentali ad alta escursione termica durante l’ arco delle 24 ore, zone ad alto rischio piogge, zone ad alto tasso umidità atmosferica.

 

PERCHE’ ESSICCATE SOLO DAL BASSO VERSO L’ ALTO?

 

La nostra famiglia è stata pioniere fin dai primi anni 80 nell’essiccazione dei balloni e abbiamo utlilizzato molteplici tecniche di essiccazione  per ottimizzarne sia le tempistiche che i costi di gestione . Dopo varie prove ed ottimizzazioni, siamo arrivati a queste conclusioni:

-      con un solo flusso d’ aria possiamo essiccare balloni tondi e quadrati più pesanti.

-      Sfruttiamo un concetto naturale: l’ aria calda e l’aria umida sono più leggere ed è più

       facile evitare ristagni di umidità.

-      In casi estremi (pioggia/temporali ecc.) possiamo caricare l’ impianto con doppi balloni.

       Questa tecnica ci permette di essiccare più velocemente il ballone più in basso e

       mantiene “freddo” il ballone superiore evitando così che possa fermentare.

 

QUANDO ABBIAMO ESSICCATO I BALLONI DI FORAGGIO, COSA SI DEVE FARE?

 

Consigliamo i nostri clienti di essiccare il foraggio ad una umidità finale uguale o inferiore al 13%. Questo permette due  vantaggi molto importanti:

- potete stoccare immediatamente i balloni nel vostro magazzino evitando così il rischio che

  possa rifermentare

- potete somministrare il foraggio immediatamente ai vostri animali (vacche, capre, percore,

  cavalli)

Molto interessante il fatto che ad inizio stagione dei foraggi, una volta essiccato il vostro fieno, (se siete commercianti di fieno) potete venderlo immediatamente sul mercato evitando così di attendere ancora quei 40/60 giorni per terminare la sua stagionatura.

 



CON QUALE STRUMENTO POSSO CONTROLLARE L'UMIDITA' DEL MIO FORAGGIO PRIMA E DOPO L' ESSICCAZIONE?



Utilizziamo una SONDA ELETTRONICA che ha due funzioni:

- controllo umidità del foraggio con una scala da 0 a 100

- controllo temperatura del foraggio

Se volete acquistarla o avere ulteriori informazioni, rivolgetevi a noi cliccando SONDA PER FORAGGI.

 

PERCHE’IL FORAGGIO ESSICCATO CON LA VOSTRA TECNOLOGIA E’ MOLTO PROFUMATO E NON SA’ DI DISIDRATATO?



Consigliamo ai clienti di venire personalmente a vedere i nostri impianti così capiranno, toccando con mano, perché altre tecniche più invasive non potranno mai dare lo stesso risultato.

 

PER ESSICCARE IL FORAGGIO BASTA SCHIACCIARE UN PULSANTE?



Non è così. Questa è una vecchia leggenda metropolitana che occorre sfatare. Per avere una ottima essiccazione con ottimi risultati occorre un ottimo essiccatoio, ma occorre lavorare già bene in campo durante le fasi di lavorazione del prodotto da essiccare seguendo delle regole chiare. La nostra tecnologia è all’avanguardia, siamo costruttori di ottime macchine, ma occorre formare degli abili “piloti”.
Una volta che il cliente è formato e sa come gestire la tecnica, allora sì,  basterà una semplice scelta di programma da utilizzare e schiacciare un tasto.
Occorre un minimo di conoscenza dei foraggi per intraprendere questa strada.

 

DOVE CREDETE DI AVERE UNA MARCIA IN PIU’?



Nelle condizioni climatiche impegnative, nei costi di essiccazione e nella conservazione degli aromi nel foraggio. Un esempio su tutti: essiccazione dei balloni in Scandinavia.

Un' altra marcia in più l'abbiamo nell' essiccazione delle erbe officinali e prodotti che devono essere conservati mantenendo una altissima qualità.

 

SUI VOSTRI IMPIANTI SI ESSICCA SOLO FORAGGIO IMBALLATO?



Il nostro concetto di base è: accontentare il cliente. Questo significa progettargli un essiccatoio che risponda alle proprie esigenze. Molti clienti, hanno la necessità di essiccare, oltre il foraggio, anche cereali, e una miriade di altri prodotti. Ci siamo ritrovati ad essiccare noci, nocciole, arachidi, bucce di pomodoro, bucce di arancia, peperoncini, semi di loietto, semi di cipolla, cippato di legno e addirittura un cliente di Marsala (Sicilia - Italy) essicca i grappoli d' uva per il vino passito. La nostra tecnica è universale e quindi non abbiamo alcun problema per affrontare specifiche richieste. 

 

PERCHE’ IMPIANTO A BALLONI E NON FORAGGIO SCIOLTO?



Mio padre ha  iniziato a distribuire sul mercato  gli impianti a foraggio sciolto sin dai primi anni 70. La tecnica è eccellente sia se si utilizzano distributori pneumatici di foraggio o i più moderni Kran.
Qualitativamente il prodotto è ottimo, ma abbiamo quasi abbandonato la tecnica a vantaggio dei balloni per  i seguenti motivi:

-      Occorreva un grosso investimento in capannoni per realizzare essiccatoi importanti:

       es. per stoccare 1200 Ton di foraggio occorreva una struttura di m.100 x m.20 largh x

       m.10 H.

-       Il peso del prodotto essiccato è molto basso: da 60 a 100 kg/mc.

-       Per avere una ottima produttività giornaliera, occorre avere molti autocaricanti e se

        capita un giorno di  pioggia, l’ impianto non è possibile spegnerlo.

-       E’ impensabile una produttività giornaliera di 50 Ton.

-       I consumi energetici sono molto elevati e variabili in base alle condizioni atmosferiche.

-       Tutto il processo di carico/scarico ha bisogno di molta manodopera.

Tuttavia, consigliamo questa tecnica in piccole aziende di montagna, con il fienile sopra la stalla, con produzioni foraggere contenute.

 

APPLICAZIONI A BIOGAS?



Abbiamo realizzato diversi essiccatoi per balloni sfruttando l’acqua calda da cogenerazione. La richiesta di energia termica dipende sempre dalla taglia dell’ impianto di BIOGAS, ma per buona norma, dotiamo i nostri essiccatoi per balloni COMPACT anche di camera di combustione per evitare di essere in difficoltà nel caso l’ energia termica del BIOGAS fosse insufficiente o indisponibile nel momento del bisogno.

Oltre al BIOGAS abbiamo realizzato applicazioni utizzando acqua calda da provenienza geotermica.

Queste applicazioni sono eccellenti considerando i bassissimi costi di essiccazione.

 

TECNOLOGIA E RISPETTO DELL’ AMBIENTE POSSONO ANDARE DI PARI PASSO?



Sì, grazie alla tecnologia possiamo essere più attenti al rispetto dell’ ambiente. Siamo convinti che bisogna  mantenere le caratteristiche qualitative usando tecniche il più naturali possibili e non aggressive: ad esempio l' uso smodato di calore proveniente da carburanti minerali e fossili. Per semplificare, la nostra scommessa è quella di dare al mercato tecnologie avanzate  per far sì che la nostra clientela abbia il miglior risultato possibile: ovvero le migliori materie prime con un bassissimo impatto ambientale e ad un costo di gestione sostenibile. E' una filosofia controcorrente che evita il "tutto. presto e subito". 

Da qui il nostro credo: Wir Leben Natur! (Noi viviamo la natura!)

 

POTETE FAR FRONTE AD OGNI ESIGENZA DEL CLIENTE?

 

Questo è uno dei tanti punti forti della nostra azienda: realizziamo ogni impianto soddisfacendo le richieste di ogni cliente. Questo ci rende molto specifici e ci dà la possibilità di prendere per mano ogni cliente e camminare insieme durante questa splendida avventura nel mondo dell’ essiccazione.

 

ESISTE L’ ESSICCATOIO PERFETTO?

 

No, nessuno ha la bacchetta magica e per questo siamo alla continua ricerca della perfezione, ma esistono tecniche che fanno raggiungere risultati straordinari. Noi possiamo vantarci di conoscere e applicare queste tecniche. Questo grazie a 45 anni di passione e dedizione della nostra famiglia.

 

PERCHE’ VI CONSIDERANO IL PUNTO DI RIFERIMENTO DEL MERCATO DEI BALLONI ESSICCATI?

 

La nostra famiglia vanta una trentina d'anni di esperienza nell' essiccazione dei balloni e ci consideriamo dei veri pionieri , oltre al fatto che è dal 1970 che essicchiamo foraggi con la tecnica del foraggio sciolto. 

Crediamo che questi siano fatti che il cliente ricerca sul mercato. Nessuno è disposto a fare da cavia per  investire importanti somme di denaro e avventurarsi in tecniche interessanti solo teoricamente.

 

CON CHE QUANTITA' PRODOTTE  CONSIGLIATE DI INVESTIRE IN UN ESSICCATOIO?



La nostra opinione è che per investire in un essiccatoio per balloni ed avere un pronto ritorno economico, occorra produrre annualmente almeno 100 Ton (l' equivalente di circa 250 balloni)

 



SE UN CLIENTE DOVESSE AVERE UN VECCHIO IMPIANTO A BALLONI COSA GLI CONSIGLIATE DI FARE?

 

A tal proposito consigliamo ai possessori di vecchi essiccatoi per balloni a platea in cemento (per intenderci, quelli con la ormai superata tecnica del solo ventilatore con generatore di calore) di rendere il loro essiccatoio per balloni piú moderno, piú tecnologico e soprattutto piú efficiente sia dal punto di vista dei costi di gestione che per la velocitá di essiccazione. Ad esempio sostituendo il ventilatore e il generatore di calore con un moderno COMPACT oltre a provvedere ad alcune modifiche nella zona essiccazione balloni.

 

PROGETTI PER IL FUTURO?

 

Stiamo considerando delle applicazioni iper innovative, ma per ora sono top secret.

 

Suivez-nous sur Facebook!

Scannez le code QR Facebook SECHOIR FOIN COMPACT!

Seguiteci su Facebook!

Folgen Sie uns auf Facebook!

Recommandez cette page sur:

Raccomandate questa pagina su:

Empfehlen Sie diese Seite auf:

Folge haydryers COMPACTs Pinnwand „I T A L I A - La grande bellezza“ auf Pinterest.
Folge haydryers COMPACTs Pinnwand „ESSICCATOI PER FIENO“ auf Pinterest.
Folge haydryers COMPACTs Pinnwand „F R A N C E - LIBERTE, EGALITE, FRATERNITE“ auf Pinterest.
Folge haydryers COMPACTs Pinnwand „sechoir a foin COMPACT magazines“ auf Pinterest.
New! haydryers.com Biz App for Your Smartphone!
Hay Day Hay Day

 

      www.haydryers.com

We are a Hay Day fan because this game represents the spirit of our company!

AgriCompact Technologies GmbH, Hay Dryers Compact, English Homepage Hay Dryers Compact - English Homepage
AgriCompact Technologies GmbH Hay Dryers Compact - English Homepage
Google+
Google+
Google+
Google+
Druckversion Druckversion | Sitemap Diese Seite weiterempfehlen Diese Seite weiterempfehlen
© AgriCompact Technologies GmbH 2009 - 2017. Alle Rechte vorbehalten.

E-Mail